Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

giovedì 30 aprile 2009

Torino GLBT Film Festival n.24: ultimo giorno - 30 aprile 2009

[Excuse Me, What's Queever?]

Ultimo giorno del Torino GLBT Film Festival, edizione n.24, e sono sicura che già si pensa al venticinquennale.
L'evento mondano della giornata, il clou, il momento che tutti attendono è come sempre la serata di chiusura, con l'esibizione di Georgeanne Kalweit, in tournée con il suo nuovo progetto Kalweit & The Spokes, della cantautrice Pia Tuccitto, di Gennaro Cosmo Parlato che propone il suo terzo album Soubrette. Presenta Vladimir Luxuria, da sempre "di casa" al Festival.

Dicevamo, la serata di chiusura. Prende il via alle ore 21.30 presso l'Ideal Cityplex e comprende anche la proiezione di Mentiras y gordas (Sex, Party and Lies) di Alfonso Albacete e David Menkes (Spagna, 2009, 35mm, 107', col.), coppia di registi premiata nel 2000 per Sobreviviré (1999).

Tutto finito, quindi? Ovviamente, no. Nel corso del pomeriggio ci sono ancora diverse proiezioni interessanti presso le tre sale dell'Ambrosio Cinecafé, tra cui segnalo-a-titolo-personale alle ore 14.15 in sala Tre il documentario When I Knew di Fenton Bailey e Randy Barbato (USA, 2007, DVD, 35', col.), autori del Party Monster (2003) che ha inaugurato l'edizione 2004 del Festival e riportato alla ribalta il redivivo Macaulay Culkin dopo quasi dieci anni di silenzio.

Alle ore 15.15 in sala Due Giulia Berto, Ambra Nata, Sara Jevo e Fabio Arnosti presentano Excuse Me, What's Queever? di Giulia Berto e Giulia Forgione (Italia, 2008, DVD, 6', col.) e volendo fate anche in tempo a correre in sala Uno per gustarvi per l'ennesima volta alle ore 15.45 il classico inossidabile - e sempre splendido - Double Indemnity (La fiamma del peccato) di Billy Wilder (USA, 1944, 35mm, 107', b/n). Ringraziate Ferzan Ozpetek, il film fa parte della rosa di titoli scelta dal regista di Saturno contro e Le fate ignoranti.

Infine, la sala Uno ospita alle ore 18.00 Ein Traum in Erdbeerfolie (Comrade Couture) di Marco Wilms (Germania, 2008, Digibeta, 84', b/n-col.), che chiude idealmente il trittico dedicato dal Festival al ventennale della caduta del Muro di Berlino. Avendo visto gli altri due titoli in programma, non voglio perderlo e consiglio anche a voi di dare un'occhiata.

Prima di salutarvi per oggi, vi prenoto per alcune recensioni maggiormente approfondite di opere che ho visto in questi giorni ma che, dal momento che le giornate hanno solo ventiquattr'ore, non ho ancora avuto modo di trattare in maniera più esaustiva. Continuerò ad "allietarvi" dopo la prima metà di maggio, con tutta probabilità.

Che altro dirvi se non... Buona visione?!

Per maggiori informazioni sui film:
Mentiras y gordas - La scheda del catalogo in formato PDF
When I Knew - La scheda del catalogo in formato PDF
Excuse Me, What's Queever? - La scheda del catalogo in formato PDF
Double Indemnity - La scheda del catalogo in formato PDF
Ein Traum in Erdbeerfolie - La scheda del catalogo in formato PDF

Post precedenti su Moviem@tica:
Torino GLBT Film Festival n.24: quinto giorno - 27 aprile 2009
Torino GLBT Film Festival - Stasera è la volta di Judy Garland e con la scusa... da non perdere la mostra discografica "Judy Garland: i vinili"

1 commento:

Doll Cult-ure ha detto...

per surfare qste kermesse, mia cara, ci vuole un fisico indistruttibile... beata te. Ammirata ti saluto.