Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

lunedì 29 giugno 2009

Le Scienze: Salvano l'ozono, aumentano il riscaldamento globale


Da Le Scienze - edizione italiana di Scientific American:
Alcune delle sostanze che stanno contribuendo a evitare la distruzione dello strato di ozono potrebbero contribuire per converso al peggioramento del riscaldamento climatico. È questa la conclusione di uno studio pubblicato sulla rivista "Proceedings of the National Academy of Sciences" a firma di un gruppo di ricercatori dell'Earth System Research Laboratory del NOAA degli Stati Uniti.

Gli autori hanno infatti analizzato l'uso globale degli idrofluorocarburi, o HFC, che secondo le stime dovrebbero diventare un fattore di aumento del riscaldamento globale sempre più preponderante nei prossimi anni, soprattutto nei paesi in via di sviluppo.

Lo studio ha tenuto in conto la crescita attesa nella domanda di condizionatori d'aria, refrigeranti e altre tecnologie in tutto il mondo, nonché la graduale sostituzione delle sostanze nocive per l'ozono entro il 2020 nei paesi sviluppati e a partire dal 2012 quelli in via di sviluppo.

Gli HFC attualmente contribuiscono alle emissioni di gas serra per meno dell'1 per cento rispetto al biossido di carbonio, ma secondo le stime tale quota potrebbe salire al 7/12 per cento entro il 2050. E se le regolamentazioni internazionali dovessero avere effetto nello stabilizzare le emissioni di biossido di carbonio, il contributo relativo degli HFC salirebbe ancora.

Per continuare a leggere l'articolo su Le Scienze:
Le Scienze: Salvano l'ozono, aumentano il riscaldamento globale

3 commenti:

A* ha detto...

paradossalmente, per quelli esistono comunque delle alternative e sono convinto che presto o tardi verranno eliminati dal mercato, cioè a quel 7-12 % non credo ci si arriverà.
Molto più preoccupante è invece il contributo del metano, soprattutto perchè ancora oggi viene nascosta alla gente la correlazione tra questo potente gas serra e gli allevamenti intensivi di bestiame, cioè il consumo di carne.
ma sono sicuro che a te la cosa è già ben nota :)

Giulia Dellepiane ha detto...

aiuto!

Azzurra Camoglio ha detto...

per A*:
Ciao e bentornato!
La correlazione mi è infatti ben nota, ho smesso di consumare carne rossa da oltre dieci anni.
Concordo sul fatto che la maggior parte delle persone non sappiano nulla del potere inquinante degli allevamenti e per legittimare le proprie abitudini alimentari si trincerino dietro l'abitudine, la tradizione, il fatto che "si è sempre fatto così".
Peccato che non sia affatto sempre andata così.

Non sono comunque ottimista sui condizionatori, anzi.