Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

giovedì 3 luglio 2008

On Air: "Magic Happens"... grazie a stereotipi duri a morire


Oggi mi è capitato sottomano questo spot promozionale della Disney, datato 2001/2002. Apparentemente, molto romantico, no?
Un uomo a cena fuori con la fidanzata in un bel ristorante sorprende la donna in modo inaspettato. Magic Happens, possono accadere cose magiche, questo il messaggio dichiarato.

A grattare via un po' di zuccherosa patina disneyana, scavando sotto lo sbrilluccichio fatato, cosa rimane?
Un uomo espressivo come una barbabietola a cena fuori con la biondissima fidanzata in un bel ristorante sorprende la donna con... la scarpetta di Cenerentola. Ossia in pieno 2002, una donna che fino a due minuti prima credeva che il proprio compagno avesse dimenticato il loro anniversario si scioglie piena di tenerezza quando riceve in regalo la scarpetta di una favola centenaria in cui una giovane donna viene tenuta in regime di schiavitù da donne spietate e benché giovane e bella può affrancarsi dalla sua condizione solo grazie al matrimonio con un principe non meglio specificato.

Qual è il sottotesto?
Tu sei come Cenerentola e io sono il principe che ti renderà una persona completa dal momento che tu da sola non sei in grado di esserlo
? Tu sei giovane e bella e io sono affascinante e affettuoso come un blocco di calcare però io sono l'uomo e ti regalo la scarpetta così ti dimostro quanto sei intelligente a stare insieme a me? Tu vivi una vita d'inferno ma per fortuna sono arrivato io a salvarti, in sella al mio cavallo bianco che al momento è parcheggiato fuori dal ristorante?

Che romantico.

[Pretty Woman]

Ma del resto, in un orizzonte culturale in cui una versione aggiornata (e apertamente dichiarata) di Cenerentola con squillo annessa, Pretty Woman (id., USA 1990) di Garry Marshall, viene considerata una commedia romantica deliziosa e ha rilanciato a inizio anni Novanta la stella traballante di Richard Gere e sparato nel cielo quella di Julia Roberts, cosa posso pretendere?

Vivian: Tell me one person who it's worked out for.
Kit: What, you want me to name someone? You want like a name? Oh, God, the pressure of a name... I got it. Cindafuckin'rella.
(Julia Roberts e Laura San Giacomo
parlano di "quella gran culo di Cenerentola" in Pretty Woman)

Nessun commento: