Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

lunedì 30 giugno 2008

Brycolì, il prodotto di cui nessuno sentiva la mancanza

Stricnina mi invia, un po' per ridere un po' no, il link a un sito che speravo/pensavo/mi auguravo fosse una bufala e invece a quanto pare è reale, nel quale si pubblicizza - e fino a qualche tempo fa si vendeva, poi stranamente ne è stata sospesa la diffusione - un prodotto "rivoluzionario", il Brycolì:

[clicca sull'immagine per ingrandirla]

Veramente degno di un genio il messaggio promozionale che accompagna l'immagine esplicativa dell'uso del prodotto:
Brycolì è un comodo imbutino di carta usa e getta che permette alle donne di poter usufruire dei servizi igienici allo stesso modo degli uomini.
Brycolì permette di evitare ogni contatto con il water e risolve al meglio i problemi igienici legati alle proprie necessità fisiologiche quando si è lontane da casa.


In un'altra immagine, una donna con tailleur scuro, rossettazzo marcato e occhiali da porno-segretaria digrigna i denti con cattiveria in un bagno invaso dalla carta igienica, si vede che non è ancora arrivato a salvarla Brycolì...

Al di là del lato economico e ambientale, nel vendere un prodotto francamente inutile e che crea semplicemente una nuova mole di rifiuti da smaltire, l'aspetto che trovo più devastante è però il sottotesto implicito, laddove viene detto quando si è lontane da casa come se fosse un avvenimento eccezionale per il quale bisogna attrezzarsi: le donne sono strane creature che vivono tra i fornelli e non sanno usare i bagni pubblici, quindi non possono semplicemente fare pipì come chiunque altro, immagino...

Anche tenuto conto che le donne che lavorano sono milioni e che quindi presumibilmente sono spesso lontane da casa - quando non quotidianamente - dalle 4 alle 8/10 ore al giorno... sicuramente per poter fare pipì hanno bisogno del Brycolì, nemmeno fossero i bambini che vengono accompagnati dalla mamma nella toilette dell'Autogrill.

E infatti ecco comparire l'Autogrill tra i tanti luoghi indicati sempre nelle pagine informative del sito come ideali per usare il Brycolì:

[Modalità d'uso del Brycolì]

A quanto pare, la prossima volta che vado al bagno mentre sono al lavoro dovrò ricordarmi di chiedere aiuto a qualcuno.

Il sito del Brycolì

Nessun commento: