Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

lunedì 9 marzo 2009

Le Scienze: Il Bello per lui e il Bello per lei

[La grande onda di Kanagawa di Katsushika Hokusai]

Da Le Scienze - edizione italiana di Scientific American:
Nell'emettere un giudizio estetico, le donne farebbero riferimento a caratteri sia particolari sia generali, nell'uomo peserebbero invece solo questi ultimi.

I "percorsi" cerebrali della valutazione estetica seguono strade diverse nell'uomo e nella donna: a questa conclusione è giunta una ricerca condotta da neuropsicologi dell'Università delle Baleari a Palma di Maiorca e dell'Università della California a Irvine, che ne riferiscono in un articolo pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS).

Ricorrendo alla magneto-encefalografia, i ricercatori hanno controllato l'attività cerebrale di due gruppi di volontari, uno composto da maschi, l'altro da femmine, mentre valutavano se classificare come bello uno stimolo visivo che era stato loro sottoposto. Gli stimoli erano rappresentati sia da opere d'arte sia da panorami naturali.

In entrambi i sessi i ricercatori hanno rilevato che l'attività più intensa avveniva nel lobo parietale e che il picco si presentava dopo un intervallo di 300-900 millisecondi dal momento in cui l'immagine era stata mostrata, un ritardo sufficientemente ampio da confermare l'ipotesi che proprio l'attività in quella sede sia correlata alla valutazione di quanto visto e non alla sua percezione.

Il risultato dell'indagine ha però mostrato che, allorquando uno stimolo viene giudicato bello, esistono significative differenze di attività cerebrale fra i due sessi, soprattutto a carico delle aree parietali. In particolare, nelle donne l'attività di questa area mostra un buon livello in entrambi gli emisferi, mentre nei maschi si osserva una spiccata lateralizzazione a favore dell'emisfero destro.

Per continuare a leggere l'articolo su Le Scienze:
Le Scienze: Il Bello per lui e il Bello per lei

Nessun commento: