Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Questo blog non viene aggiornato da novembre 2009 ma resta consultabile online per tutti i lettori, sia quelli affezionati sia quelli di passaggio, che spero trovino i post interessanti e stimolanti.

Sto scrivendo un nuovo blog, in inglese e qualche volta in italiano, A Lot Like Purple.
Se vi va di saperne di più e di dare un'occhiata ai nuovi post, siete i benvenuti.

Cerchi qualcosa?

Ricerca personalizzata

mercoledì 28 gennaio 2009

Supplizi di Tantalo a confronto, qualche volta...

[Tantalus' Torment di Bernard Picart, 1731
Immagine da AllPosters.Com]

Non bevo alcoolici né caffè, non fumo, non uso droghe né medicinali, sono vegetariana. Niente shopping ossessivo, gioco d'azzardo, gratta e vinci di sorta. Non uso zucchero.

Dato che le persone vogliono a tutti i costi trovare "vizi" negli altri, dal momento che il citazionismo compulsivo non rientra per ora negli elenchi "ufficiali", di solito troviamo un compromesso ribadendo che il mio unico "vizio" è essere molto golosa, sia di dolce sia di salato.

La battuta che mi viene fatta sempre a questo punto è, più o meno, Eh, con un vizio solo, chissà quanto ti ci dedicherai!

Al di là del fatto che non funziona esattamente così e che apprezzare la buona cucina non significa rimpinzarsi per forza di qualunque cosa capiti sottomano, non so se sia peggio avere da quasi sei mesi problemi di salute che mi impediscono di mangiare e che rendono ogni pasto una roulette russa con effetti collaterali decisamente sgradevoli [per non parlare delle scene alla Harry ti presento Sally quando tento di trangugiare qualcosa fuori casa, NdR] o sentirsi dire da quasi sei mesi praticamente da chiunque e praticamente ogni giorno Però, anche se non mangi, non ti vedo deperita, eh? con un tono quasi incoraggiante.

Come se fondamentalmente il sentir commentare velatamente Eh, sarà anche vero che non mangi e non puoi mangiare, ma sei decisamente fuori forma! potesse aiutarmi in qualche modo a sopportare meglio lo stare male. In effetti, tutto un altro punto di vista, eh?!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

A parte il cibo, che non commento, tutto puo' diventare vizio, vizio secondo me e' il bisogno umano di concedersi qualcosa che non e' sotto il rigido controllo della nostra coscienza, il bisogno di eccedere...certo, poi, dipende sempre se il vizio si va a scagliare dentro qualcosa che crea dipendenza piu' di altre (tipo gioco d'azzardo o droghe) o verso qualcosa che ha piu' margini di recuperabilita'. Insomma se potete scegliete un buon vizio :) Stricnina

franciska ha detto...

ciao Moviematica, io un tempo fumavo (di tutto) e bevevo e avevo altri vizi..da circa 4 anni ho scoperto di avere problemi di ogni tipo allo stomaco, ho smesso di fumare, bevo solo buon vino (e amaro lucano ogni tanto).La gente nn capisce MAI, prima eccedevo troppo, ora troppo poco, e in più da sempre tutti mi rimproverano di mangiare poco ed essere troppo magra (anche se ora sto recuperando). Sai che ti dico...chi se ne frega! Sta tranquilla i problemi di stomaco se ben curati costantemente, non passando ma si alleviano.
Per rispondere alla tua domanda, ora sono a Bari a fare la mia gastroscopia di routine.

Azzurra Camoglio ha detto...

per Stricnina:
Sono d'accordo con l'idea che "vizio" sia una condizione umana perenne, una sorta di stato della mente. E in effetti sì, considero i miei ottimi vizi!

per Franciska:
Innanzitutto bentornata!
Anche io dovrò fare una gastroscopia a breve. Anzi, l'attendo con ansia sperando mi aiuti a guarire.
Molte persone vedono nella condotta altrui una sorta di velata accusa verso la propria, di condotta, e quindi fanno pressing. Posso contare sulle dita di una mano le persone che negli ultimi dieci anni non mi hanno fatto la morale almeno una volta su come mai dovrei bere.